Quante tipologie di unghie esistono? | Manitu Nail Spa
forma di unghie

Quante Tipologie di Unghie Esistono?

Esistono diverse tipologie di unghie? Spesso sento diverse opinioni al riguardo, ma la più comune e frequente che ascolto rimane una: “Tanto le unghie sono tutte uguali…”. Una frase non solo superficiale, ma anche sbagliata! Noi tutti ci distinguiamo per qualcosa, così come esistono diversi tipi di Capelli, che siano ricci, lisci o mossi. Così come ci sono differenti tipi di pelle come quella secca, grassa o mista, lo stesso vale per le unghie, ognuno ha il suo tipo, ed esattamente come gli esempi precedenti, ogni tipo deve essere trattato nel modo migliore.

Ma quali sono le differenze tra le unghie? Ci sono diverse tipologie, esistono unghie larghe, piatte, ma anche curve o piccole, ci sono tante forme che possono caratterizzare una manicure, ma c’è qualcosa che le accomuna tutti, vale a dire da come vengono trattate. Essendo un’addetta ai lavori questo per me è un argomento particolarmente delicato e prezioso, molte unghie tendono a cambiare il proprio aspetto se esposte a trattamenti o lavorate con metodologie non adatte al vostro tipo di unghie.

Bisogna attuare diversi tipi di accorgimenti se ad esempio le unghie hanno subito dei traumi, dalla forma, e spesso addirittura tramite l’alimentazione, che determina uno stato di salute, nel bene o nel male, dell’unghia. Queste competenze sono indispensabili per la riuscita di una ricostruzione perfetta, ed è questa la netta differenza tra le onicotecniche professioniste dal resto.

 
tipologia e forma di unghie

Abbiamo chiarito e accertato che le unghie non sono assolutamente tutte uguali, e quindi andiamo a vedere nel dettaglio le varie tipologie e forme che le contraddistinguono, tra le seguenti troverai anche la tua!

Unghia Curva C: piegando un dito della mano possiamo notare la curvatura dell’unghia. Quella che viene chiamata “curva C”. Curva perfetta e naturale, che ricorda appunto la forma della lettera C. Non tutti però la posseggono, quindi quando manca questa curvatura perfetta, la si effettua con una ricostruzione armonica e proporzionale. Curvatura dà resistenza all’unghia naturale.

Unghia all’Insù: sicuramente una tra le più difficili da trattare. È la famigerata unghia a cucchiaio. Il bordo della lamina si stacca precocemente e punta verso l’alto, quindi “in su” e crea una conca al centro! Questo tipo di unghia deve essere preferibilmente portata alle minime lunghezze se la si lascia naturale, poiché facilmente soggette a urti che rischiano di aggravare la struttura fino a causare onicolisi (si intende il distacco della lamina ungueale), abbastanza dolorosa. In fase di ricostruzione/refill bisogna avere davvero una particolare attenzione e una giusta tecnica per andare a correggere la struttura, sono sicuramente lavori in cui è assolutamente necessario aver effettuato corsi professionali validi, in modo da evitare il danneggiamento dell’unghia e ottenere il miglior risultato! Ricordiamo che ogni operazione di questo tipo richiede un percorso e non è possibile ottenere da subito il risultato voluto, affidatevi sempre a delle professioniste, e attenersi ai tempi consigliati.

 
unghia all'ingiù

Unghia all’Ingiù: ricordano vagamente degli artigli con una particolare bombatura accentuata. Spesso sta a indicare poche vitamine presenti nel corpo e tendenza a indebolimento della lamina. La ricostruzione aiuta questo difetto perché le obbliga a crescere dritte. In caso sia la prima volta in cui si effettua, sarebbe meglio accorciare le unghie in modo abbastanza importante. Si tratta di una tipologia di carattere ereditario, ma che una professionista può correggere, tramite ricostruzione, facendo in modo di aiutare l’unghia a crescere dritta, forte e con un’ottima ricrescita! La ricostruzione impedirà loro di incurvarsi poiché il gel le farà da guida tenendole ben dritte. Con la tipologia di unghie all’ingiù consigliamo di mantenere le unghie corte, nel nostro salone con il Metodo Manitu aiutiamo tutte le nostre clienti a mantenere le loro unghie corte, sane e lucenti, trasformandole in un punto di forza.

Unghia Piccola e/o Larga/Piatta: l’unghia piccola in genere è anche larga, sono tipiche delle mani con dita “tozze” e la curva C è assente (piatte). In questo caso la ricostruzione aiuta molto, soprattutto se si effettua la forma ovale! Proprio così, con la forma ovale dà subito l’effetto allungamento della lamina, così che anche la mano sembri più affusolata.

Unghia a Pera: unghia a forma di pera! Queste unghie vanno trattate con l’acrilico preferibilmente, in modo da stringere la parte che si allarga e rendere i laterali di nuovo paralleli. Si tratta di una tipologia di unghia molto particolare, che richiede una consulenza prima del trattamento, in modo da avere una panoramica precisa sulla tipologia di materiale da utilizzare per avere il risultato desiderato, con un’unghia che può risultare più elastica o meno.

Sapevi di tutte queste tipologie di unghie? E le tue unghie di che tipologia sono? Spesso alcune problematiche legate alle unghie possono essere risolte con trattamenti mirati a correggerne la forma, se non hai ancora trovato la soluzione che fa per te, capire la forma delle tue unghie può già essere un inizio!